Astropattuglia

Per questo modello ho deciso di escludere gli elementi del set #8183, vista la probabile rarità del set, per aumentare le probabilità di avere i pezzi necessari, per chi volesse costruirlo.

Astropattuglia

Astropattuglia

Informazioni di base

Costruito a partire dai set #5866, #7638, #6743, #7741 e #6745
Totale pezzi: 122 + una minifig
Tempo di creazione: 3 ore
Tempo di costruzione: 30 minuti
Se il modello ti piace e lo vuoi costruire, prendi il modello LDD e segui queste istruzioni.

L’idea

Il pargolo è molto attirato dai modelli della serie Space Police™, e chiede continuamente di costruirgli astronavi come quelle. Non è facile, anche perché in quei modelli sono presenti molti pezzi unici e speciali.

Visto che però ho tre velivoli (due elicotteri ed un aereo ad elica), gli elementi angolati per muso e ali non mi mancano.
Ecco allora l’astropattuglia.

Astropattuglia - vista frontale

Astropattuglia - vista frontale

Astropattuglia - vista posteriore

Astropattuglia - vista posteriore

Stavolta mi sono sforzato di rendere il modello compatibile con le misure di una minifig.

Astropattuglia - l'abitacolo con il pilota

Astropattuglia - l'abitacolo con il pilota

Prima parte: la fusoliera

Come base di partenza ho usato il pianale del carro attrezzi (set #7638), insieme a due piastre angolate del set #6745.

Astropattuglia - i primi pezzi

Astropattuglia - i primi pezzi

La parte più lunga del pianale è usata per il lato posteriore dell’astronave.

Astropattuglia - primi pezzi in posizione

Astropattuglia - primi pezzi in posizione

Per consolidare l’attacco delle ali, visto che dovranno sopportare il peso dei propulsori, ho aggiunto un gruppo di mattoncini curvi, con ancora un paio di piastre angolate a dare forma alla parte posteriore.

Astropattuglia - consolidare la parte posteriore

Astropattuglia - consolidare la parte posteriore

Astropattuglia - la coda è ora più solida

Astropattuglia - la coda è ora più solida

Ho completato con qualche altro elemento a rampa, su cui poi andrà fissato il pattino di atterraggio.

Astropattuglia - per rifinire la parte inferiore

Astropattuglia - per rifinire la parte inferiore

Astropattuglia - notare la posizione della piastra 2x6

Astropattuglia - notare la posizione della piastra 2x6

Nella parte anteriore ho inserito due piastre lunghe 1×12, sia per snellire un po’ la linea che per bilanciare l’aspetto, altrimenti troppo “spostato” all’indietro.

Astropattuglia - elementi del frontale

Astropattuglia - elementi del frontale

I due elementi 1×2 con il perno accoglieranno i sensori, fra poco.

Astropattuglia - gli elementi in posizione

Astropattuglia - gli elementi in posizione

Per creare un frontale basso e filante, ho usato il tettuccio del carri attrezzi, più un altro paio di piastre 2×4 angolate per la punta. Una piastra 2×6 le tiene in posizione.

Astropattuglia - le parti del muso

Astropattuglia - le parti del muso

Astropattuglia - il pezzo arancione tiene insieme il tutto

Astropattuglia - il pezzo arancione tiene insieme il tutto

Per l’abitacolo, stavolta mi ero riproposto di fare in modo che potesse accogliere una minifig, e non è stato facile. L’unico modo è stato di mettere il pilota praticamente sdraiato. Ho usato il quadro comandi dell’elicottero e due “rubinetti” come leve di comando.

Astropattuglia - le pareti dell'abitacolo

Astropattuglia - le pareti dell'abitacolo

Astropattuglia - l'abitacolo è appena sufficiente per una minifig sdraiata

Astropattuglia - l'abitacolo è appena sufficiente per una minifig sdraiata

Per sollevare la struttura ed evitare che si ribaltasse in avanti o all’indietro, ho usato il pattino dell’elicottero del set #7741.

Astropattuglia - il pattino d'atterraggio

Astropattuglia - il pattino d'atterraggio

Astropattuglia - il lato lungo va in avanti

Astropattuglia - il lato lungo va in avanti

Per pareggiare le varie altezze intorno all’abitacolo ho aggiunto uno strato di piastre gialle.

Astropattuglia - gli elementi intorno all'abitacolo

Astropattuglia - gli elementi intorno all'abitacolo

Le piastre 2×2 ad “L” serviranno a stabilizzare il parabrezza, nel momento in cui lo aggiungerò. Senza quelle, si sarebbe staccato ogni volta che si chiudeva l’abitacolo col tettuccio.

Astropattuglia - notare la posizione delle piastre 2x2 a L

Astropattuglia - notare la posizione delle piastre 2x2 a L

Ho scelto di rendere parte posteriore della fusoliera a spiovente. Avevo provato con una coda “tronca”, ma veniva molto pesante e sgradevole, esteticamente.

Astropattuglia - gli elementi terminali della coda

Astropattuglia - gli elementi terminali della coda

Astropattuglia - la piastra grigia 2x3 non si vedrà al termine

Astropattuglia - la piastra grigia 2x3 non si vedrà al termine

A chiudere la parte posteriore dell’abitacolo ho messo dei mattoncini angolati, uno per lato, con una piastra 2×4 angolata anch’essa sotto.

Astropattuglia - la parte dietro l'abitacolo

Astropattuglia - la parte dietro l'abitacolo

Ultimo dettaglio, il parabrezza, le luci posteriori e le guide per il tettuccio.

Astropattuglia - ultimi elementi della fusoliera

Astropattuglia - ultimi elementi della fusoliera

Astropattuglia - la fusoliera è completa

Astropattuglia - la fusoliera è completa

I propulsori

Se lo scopo è inseguire e raggiungere criminali, occorre che la nostra pattuglia sia dotata di propulsori idonei. Ho usato le parti inferiori dell’elicottero della polizia (set #7741) e dell’altro elicottero (set #5866).

Astropattuglia - il propulsore sinistro

Astropattuglia - il propulsore sinistro

L’ugello del motore è la solita ruota senza pneumatico, che rende comunque molto bene l’idea.

Astropattuglia - ugello e copertura

Astropattuglia - ugello e copertura

La copertura del motore va assemblata a parte, perché serve a fissare saldamente il motore all’ala.

Astropattuglia - elementi della copertura del motore

Astropattuglia - elementi della copertura del motore

Astropattuglia - il propulsore pronto per l'assemblaggio al resto

Astropattuglia - il propulsore pronto per l'assemblaggio al resto

La parte inferiore del propulsore va fissata sugli ultimi due perni dell’ala, poi assicurarlo con la copertura.

Astropattuglia - fissare il propulsore sugli ultimi due perni dell'ala

Astropattuglia - fissare il propulsore sugli ultimi due perni dell'ala

Passiamo al propulsore sinistro.

Astropattuglia - gli elementi del propulsore sinistro

Astropattuglia - gli elementi del propulsore sinistro

C’è un problema: il mattoncino 4×4 a rampa angolato è singolo, non ne ho un altro. Quello simile ha una forma differente ed ha un’asola 1×2 da un lato. L’idea è allora di fare i due propulsori leggermente differenti, come se ospitassero dispositivi aggiuntivi differenti. Ecco perché ho aggiunto il mattoncino 2×2 a rampa bianco e la piastra 1×2 marrone, il motivo sarà chiaro fra breve.

Astropattuglia - vi sono due elementi in più rispetto all'altro propulsore

Astropattuglia - vi sono due elementi in più rispetto all'altro propulsore

Astropattuglia - notare in alto il mattoncino differente

Astropattuglia - notare in alto il mattoncino differente

Astropattuglia - c'è un'apertura nella parte superiore

Astropattuglia - c'è un'apertura nella parte superiore

Anche la copertura sarà leggermente differente dall’altro propulsore.

Astropattuglia - la copertura ha qualche pezzo in meno

Astropattuglia - la copertura ha qualche pezzo in meno

Astropattuglia - la copertura assemblata

Astropattuglia - la copertura assemblata

Ricordarsi di fissare il propulsore al secondo perno dalla fine dell’ala.

Astropattuglia - fissare a due perni dalla fine dell'ala

Astropattuglia - fissare a due perni dalla fine dell'ala

Astropattuglia - il propulsore al suo posto

Astropattuglia - il propulsore al suo posto

C’è un buco nel propulsore. Ad ogni pattuglia non può mancare…

L’astrovelox

Certo che no.

Astropattuglia - piccoli elementi innocui...

Astropattuglia - piccoli elementi innocui...

Astropattuglia - ...formano...

Astropattuglia - ...formano...

Ho staccato il propulsore dal resto per rendere più visibili i dettagli.

Astropattuglia - L'odiatissimo "AstroVelox"

Astropattuglia - L'odiatissimo "AstroVelox"

I sensori

Non devono mancare i sistemi di sorveglianza ed i sensori.

Astropattuglia - i due gruppi sensori

Astropattuglia - i due gruppi sensori

Saranno agganciati ai due mattoncini con l’asse laterale. Partiamo dal rivelatore di antimateria, spesso trasportata dai contrabbandieri e oggetto di un fiorente commercio illegale.

Astropattuglia - gli elementi del rivelatore

Astropattuglia - gli elementi del rivelatore

Ho usato i mozzi delle ruote dal set #6745.

Astropattuglia - il rivelatore di antimateria pronto per l'installazione

Astropattuglia - il rivelatore di antimateria pronto per l'installazione

L’altro sensore è un rivelatore di massa, capace di scoprire astronavi dotate di sistema di occultamento e di distinguere il tipo di carico trasportato da una nave da trasporto.

Astropattuglia - i componenti del rivelatore di massa

Astropattuglia - i componenti del rivelatore di massa

Astropattuglia - il rivelatore pronto

Astropattuglia - il rivelatore pronto

Ultimi pezzi

Ho usato il timone dell’elicottero ed il tettuccio (set #7741) per terminare la parte superiore e chiudere l’abitacolo.

Astropattuglia - gli ultimi pezzi

Astropattuglia - gli ultimi pezzi

Astropattuglia - la copertura pronta

Astropattuglia - la copertura pronta

Il gruppo è fissato in modo da poter essere staccato facilmente per mettere e togliere il pilota.

Commenti finali

Non è un modello proprio semplice da costruire, soprattutto la parte di fissaggio dei propulsori.

La limitata disponibilità di pezzi costringe ad un mix di colori non sempre gradevolissimo, ma si fa quel che si può. L’idea di fondo è che non occorre avere quintali di LEGO per creare modelli nuovi ogni volta.

I commenti sono chiusi.