Visita guidata alla I.S.S. e NASA Johnson Style

Due filmati da centellinare: il primo è una visita guidata all’interno della Stazione Spaziale Internazionale; il secondo è una parodia del brano Gangnam Style, fatta dagli studenti del Johnson Space Center della Nasa.

(Via Paolo Attivissimo)

Quest’ultimo arriva dalla pagina ufficiale di Facebook della NASA ed ha tutte le carte in regola per diventare “virale” all’ennesima potenza.

Curiosity sulla vostra scrivania, in mattoncini

Il veicolo autonomo da una tonnellata inviato su Marte, nel bene e nel male, sta facendo parlare molto di sé.

Curiosity in mattoncini LEGO®
Curiosity in mattoncini LEGO®

Perché non costruirne una copia in formato ridotto da tenere sulla scrivania?

Tutte le informazioni le possiamo trovare sulla pagina Cuusoo del progetto, sotto forma di istruzioni in PDF e file di progetto per il LEGO® Digital Designer.

La particolarità è che il modello l’ha creato Stephen Pakbaz, uno dei progettisti di Curiosity.

(Via Paolo Attivissimo)

Edit

Su Brothers Brick c’è l’intervista a Stephen.

Edit II

Il progetto ha raggiunto 10.000 preferenze su Cuusoo in brevissimo tempo. Il 3 settembre sarà valutato dal gruppo di esperti LEGO per deciderne l’eventuale commercializzazione, e probabilmente sarà inclusa nel set anche la Sky Crane, ossia la gru aerea che ha depositato il rover sul suolo marziano.

50 nuovi mondi, ma il nostro ci servirà ancora per parecchio.

Double Planet
Scultura in LEGO® esposta all’aeroporto di Billund (Danimarca)

Un recente annuncio da parte degli astronomi dell’ESO (European Southern Observatory) ci mette al corrente della scoperta di 50 nuovi pianeti orbitanti intorno a stelle simili al nostro Sole.

Di questi, 16 appartengono alla categoria delle “super-Terre”, ossia pianeti con massa superiore alla nostra Terra di alcune volte. Contrariamente a quanto ci si può aspettare, la forza di gravità alla superficie di questo tipo di pianeti non è molto più grande di quella del nostro, perché la fisica e la planetologia ci dicono che sarebbero meno densi: un pianeta con massa cinque volte la nostra Terra avrebbe una gravità alla superficie solo il 20% più forte, ossia una persona di 70kg ne peserebbe 84.

Il team di astronomi ha osservato in tutto 376 stelle simili al Sole, arrivando a concludere che il 40% possiede almeno un pianeta di massa inferiore o uguale a quella di Saturno. Questo significa che solo nella nostra galassia vi sono, con buona probabilità, miliardi di pianeti.

Ancora, due di questi 50 pianeti sembrano essere nella fascia di distanza dalla loro stella a cui l’acqua può esistere allo stato liquido sulla superficie del pianeta stesso.

Insomma, finiremo per scoprire che più che soli nell’Universo, siamo isolati.

(via Bad Astronomy)

LEGO® su Giove

Domani, 5 agosto, intorno alle 17.30 ora italiana, partirà la sonda Juno (in italiano Giunone, la compagna del dio Giove nella mitologia) alla volta di Giove.

La sonda viaggerà per cinque anni, nel 2016 entrerà in orbita intorno al gigante gassoso, dove resterà per un anno, studiandone approfonditamente la struttura.

A bordo della sonda vi saranno tre minifig LEGO®, rappresentanti Giove, Giunone e Galileo Galilei.

Gli ospiti sulla sonda Juno
Gli ospiti sulla sonda Juno (immagine NASA/JPL-Caltech/KSC)

Giove è quello a sinistra, con in mano le saette, Giunone è quella al centro, con la lente d’ingrandimento a significare la ricerca della verità, mentre quello a destra è Galileo, autore di numerose scoperte sul pianeta, fra cui i quattro satelliti più grandi, detti appunto “galileiani”. In mano ha un modellino di Giove ed un cannocchiale.

Aggiornamento

Qui la notizia ufficiale dal sito LEGO.