BrickSummer 2012 a Roma: non mancate!

A Roma, presso il parco di Tor di Quinto, all’interno di Mondofitness, dal 15 al 22 luglio 2012 potrete ammirare una mostra di mattoncini organizzata dagli AFOL romani.

La locandina di BrickSummer 2012
La locandina di BrickSummer 2012

Ci sarà il diorama City, quello medievale, un diorama “Space” e il mosaico del Colosseo visto a Latina e presente a Ballabio.

Tutti i dettagli nella locandina e sul sito di Romabrick.

Annunci

ItLUG Ballabio 2012: se siete dalle parti di Lecco, fateci un salto!

Questo fine settimana, a partire da sabato 7 luglio, si svolge una due giorni dedicata agli appassionati LEGO® promossa da ItLUG (Italian LEGO® User Group) a Ballabio, in provincia di LECCO.

Saranno presenti 80 espositori, appassionati costruttori, e fra le altre cose ci saranno concorsi per ragazzi, corsi di robotica e di CAD dedicati ai mattoncini ed il torneo di lotta fra robot fatti di LEGO®.

Tutti i dettagli sul sito ItLUG Ballabio 2012.

Se non siete stati a Latina, peggio per voi!

Lunedì 30 ho passato la giornata a Latina, al Museo di Piana delle Orme, dove si teneva il raduno “ITLUG Latina 2012”, il primo evento di questo tipo a cui partecipo.

Se si è veramente appassionati di LEGO® non si può mancare, soprattutto se l’evento è a un’ora di macchina da casa.

Il tutto era in un enorme capannone all’interno dell’area del Museo di Piana delle Orme a Latina. L’evento era organizzato dall’ITLUG e da RomaBrick, ed il capannone è stato sfruttato interamente.

Le cose da vedere erano tante:

  • Il diorama “City” da oltre 60mq
  • Il diorama medievale
  • I set storici e quelli notevoli
  • Il mercatino dell’usato e dei gadget
  • Il mosaico del Colosseo
  • Il pick & build

Io ero impegnato a tenere a bada due giovani padawan che sto portando al “lato oscuro”, e la cosa mi riesce piuttosto facile: è difficile resistere al fascino dei mattoncini, una volta iniziato.

I due giovani "padawan" all'ingresso
I due giovani "padawan" all'ingresso

Il diorama della città era veramente imponente, e comprendeva set “ufficiali”, sia storici che gli ultimi usciti, ed anche creazioni originali, come l’autogrill, la stazione centrale, alcune case del centro e un ponte sospeso veramente notevole.

Il diorama city
Il diorama city

Il tutto era arricchito da scenette create con minifig e accessori (alberi, veicoli, arredi urbani).

Il centro città
Il centro città

Il ponte sospeso, copia in scala di un ponte realmente esistente, era un altro pezzo notevole: i cavi si tendevano ed il ponte si fletteva al passaggio dei treni, perennemente in movimento.

Il ponte sospeso
Il ponte sospeso

Tutto intorno i tavoli dei vari espositori con set originali, anche degli anni ’70-’80, o con le proprie creazioni originali, alcune notevoli.

Per chi voleva invece ficcare le mani nei mattoncini, vi era il mosaico del Colosseo e il “pick & build”.

Il mosaico del Colosseo, tutto in LEGO®
Il mosaico del Colosseo, tutto in LEGO®

Il mosaico, di 10mq, era diviso in quadretti di 25-30cm di lato, distribuiti a chi voleva partecipare: per ogni quadretto vi era una base bianca, un sacchetto di mattoncini ed un foglio con la disposizione da realizzare. Ogni quadretto andava a costituire una parte del mosaico più grande, il cui risultato è di grande effetto. Il successo è stato enorme: alle 12 del 30 aprile era stata completata una striscia in basso, alle 17, quando uno dei padawan avrebbe voluto costruire, era già terminato.

Il "pick & build"
Il "pick & build"

L’altra attività era il “pick & build”: su due lunghi tavoli era distribuita una quantità di mattoncini di tutti i tipi, che si potevano prendere a piacimento per realizzare le proprie creazioni. Al termine dell’opera vi erano varie possibilità: rimettere tutto nel mucchio, comperare a peso la propria opera, ad un prezzo veramente conveniente, o, se il costruttore era sotto i 12 anni, poteva partecipare al concorso per giovani appassionati.

Al termine siamo usciti con un sacchetto a testa: il più giovane aveva fatto incetta di pezzi per costruire gli eroi di Hero Factory, di cui va matto, l’altra aveva arricchito la collezione di parti utili per costruire case e veicoli per le sue minifig (sia normali che Friends®).

Io avevo preso precauzioni, uscendo con il portafogli quasi vuoto: per fortuna non accettavano carte di credito…

Per chi vuole vedere di più

Il mio set di foto su Flickr.
Un video di Extra TV sull’evento.
Il sito di RomaBrick.